Il lancio del satellite è stato effettuato il 19 dicembre 2013 con il vettore Soyuz-Fregat, l’orbita occupata dal satellite stesso è quella intorno a L2. Gaia è realizzata direttamente da ESA, anche per la parte della strumentazione scientifica che consiste di due telescopi con campi di vista diversi e piano focale in comune, una serie di specchi e più di cento CCD che corrispondono a quasi un miliardo di pixel.

Gaia scansiona continuamente tutto il cielo sfruttando i moti di rotazione e di precessione del satellite: ogni zona del cielo viene osservata circa settanta volte durante la vita operativa del satellite.

EURIX e’ coinvolta nella realizzazione di software Java ad altissima specializzazione per il DPCT (Data Processing Center Italiano).

A 1000 giorni esatti dal lancio del satellite, il 14 settembre, verrà rilasciato pubblicamente il primo catalogo di Gaia attraverso l’evento Gaia Data Release 1.

Il catalogo è composto da posizioni e magnitudini per oltre un miliardo di sorgenti presenti nella nostra Galassia e per 2 milioni di esse sono disponibili anche moti propri e distanze.

L’evento sarà raggiungibile in diretta streaming tramite il canale ufficiale dell’ESA e richiamato da eventi speciali organizzati nei Paesi europei partecipanti.